Il pistacchio – approfondimento

Il pistacchio… come tutta la frutta secca è davvero gustosissima, ma contiene molte calorie che ci inducono a limitarne il consumo (per 100gr di prodotto sono circa 600kcal!!!)

– Pistacchio di Bronte appena raccolto , CC BY 2.0,Foto con licenza CC-By 2.0 – Di Fabio Ingrosso from Italy

Ma se consumato in dosi giuste il pistacchio apporta al nostro organismo anche molte sostanze buone: sali minerali, fosforo, vitamine del gruppo B ed E, calcio, ferro e magnesio… questo ci fa ridurre un pochino i sensi di colpa quando non resistiamo alla tentazione!!  J


Pistacchio appena raccolto – foto Di Fabio Ingrosso from Italy  licenza CC-By 2.0

E  non sapevo che… il pistacchio nasce in realtà in Medio Oriente dove la  sua coltivazione, gia’  dall’era preistorica, è abbastanza diffusa seppur in calo nell’ultimo decennio.

In Italia invece rimane una coltivazione piu’di nicchia limitata solo ad alcune zone, tra le quali la piu’ nota  è  Bronte, in Sicilia, alle pendici dell’Etna.

Come arriva @tavola …. Il pistacchio possiamo mangiarlo intero, sgusciato o pelato, tostato ed anche salato. Insomma ce ne è per tutti i gusti! L’utilizzo è davvero vario, sia a livello industriale che nelle nostre cucine e sulle nostre tavole. Viene utilizzato per la produzione di salumi, di dolci, di bevande e di salse .

In vendita possiamo trovarlo non solo intero ma anche in polvere o in crema, piu’ adatto a ricette dolci sia come guarnizione che nella loro preparazione, oppure come pesto, adatto alla preparazione di ricette salate o come condimento di primi e secondi davvero saporiti e sfiziosi.

Si puo’ acquistare in molti supermercati, oppure in negozi tipici o che vendono prodotti enogastronomici piu’ ricercati (sono quelli che preferisco!), dove magari si puo’ trovare anche il prodotto DOP come il pesto di pistacchio di Bronte (ma leggi sempre bene l’etichetta e la provenienza a volte il nome inganna…!).

Il prezzo puo’ variare, ma tendenzialmente è intorno ai 5euro per 100gr di prodotto.

Il pesto di pistacchio lo possiamo anche fare in casa, con un semplice  mixer aggiungendo al trito olio extravergine di oliva e sale.  Ma a volte non  è facile raggiungere un buon livello di cremosità.

Io ne ho in casa sempre un barattolino, per le emergenze… in 5 minuti,  oltre il tempo di cottura della pasta, avrai una salsa che ti farà mettere in tavola un  piatto originale, sfizioso e profumato!

Nella sezione ricette @tavola potrai trovare alcuni dei piatti che ho sperimentato a base di pistacchio… se ne hai da suggerire di nuovi o vogliamo sperimentare degli abbinamenti, SCRIVIMI!!!

Lalla
0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes
Condividi su